10 consigli per godersi il ciclismo in autunno

Non pensare nemmeno di mettere via la tua bici in autunno perché ti perderesti uno dei momenti migliori dell’anno per il ciclismo. Questa stagione ha sicuramente le sue particolarità ma seguendo questi 10 semplici consigli potrai goderti appieno lo scenario autunnale sul sellino:

  1. Tieni a mente la durata del giorno e controlla le previsioni meteo. Ci sono meno ore di luce e il tempo è molto variabile. Controlla le previsioni e ricorda che fino al cambio dell’ora, il sole sorge dopo e tramonta prima.



  2. Resta sempre visibile. Un paio di luci per essere visto (“be-seen”) e degli abiti riflettenti sono più che sufficienti se esci di casa poco prima dell’alba o torni prima che faccia buio. Se intendi pedalare di notte, segui i nostri consigli di questo post, procurati un bel paio di luci per vedere, tienile sempre sulla bici e ricordati di ricaricare le batterie per non rimanere al buio.



  3. Prenditi cura della tua bici. Se non sai come, eccoti una guida di base su come pulire e tenere in ottimo stato la tua bici. In ogni caso, un bel controllo nella tua officina di fiducia prima dell’arrivo del brutto tempo è sempre una buona idea se hai usato molto la bici in estate. Se pensi che sia necessario per le condizioni meteo della tua zona, puoi passare a dei copertoncini invernali con più grip su strade bagnate e una maggiore resistenza alle forature.  



  4. Parafanghi e/o bici invernale. Alcuni ciclisti hanno una seconda bici preparata specificamente per l’autunno e l’inverno così da non essere costretti a mettere e togliere i parafanghi o esporre una bici nuova ad acqua e fango. Puoi acquistare un modello economico di seconda mano o preparare una bici che hai già a disposizione.

    Se intendi usare solo una bici e vivi in una zona molto piovosa, dei parafanghi fissi di buona qualità sono fondamentali. In zone meno piovose, un paraspruzzi da sella o un parafango a incastro che ti proteggono dagli schizzi della ruota posteriore potrebbero essere sufficienti.

  5. Mantieniti asciutto. O perlomeno il più asciutto possibile. Sia dall’acqua che viene dall’alto che da quella che arriva dal basso. Una giacca leggera e idrorepellente ma traspirante per allontanare sudore e umidità andrà bene in caso di pioggia leggera. Non fa mai male portarsi una giacca impermeabile in tasca in caso di pioggia pesante. Ma ogni tanto è meglio fermarsi, cercare un riparo e aspettare che la pioggia finisca. Per quanto riguarda l’acqua che arriva dal basso, oltre ai parafanghi di cui abbiamo già parlato, un paio di copriscarpe impermeabili o dei copridita ti aiuteranno a tenere i piedi asciutti.

  6. Indossa indumenti e accessori facili da togliere, da mettere e da tenere in tasca. In questo post abbiamo già spiegato come usare, mischiare e abbinare diverse opzioni (gilet antivento, manicotti, maglie a maniche lunghe, strati intimi tecnici) per adattarsi al meteo e ai cambi di temperatura che sono inevitabili in autunno.

  7. Usa occhiali fotocromatici con lenti trasparenti o dalla tinta chiara. Gli occhiali fotocromatici ti permettono di adattarti ai cambi di luminosità. Le lenti dalla tinta chiara ti aiuteranno a tirare fuori il massimo dalla poca luce di un giorno nuvoloso. Le lenti trasparenti sono fondamentali per pedalare di notte.



  8. Presta attenzione a pozzanghere, foglie e frutta caduta dagli alberi. Eccoti qualche consiglio per pedalare con la pioggia o con la strada bagnata. La cosa fantastica del ciclismo autunnale, oltre allo scenario, è che puoi fermarti e riempirti le tasche con un po’ della frutta, anche secca, che trovi in giro (castagne, noci, uva, mele, ecc.).



  9. Fissa obiettivi e cerca nuove sfide. Concentrarsi sulle sfide dell’anno prossimo è il miglior modo per affrontare il freddo, il brutto tempo e le poche ore di sole. Perdere peso, migliorare il proprio risultato in una gara, fare X km in un anno, partecipare a una o più gare… ogni ciclista avrà il proprio obiettivo ma ricorda di non fissare obiettivi impossibili o irrealistici. È meglio migliorare gradualmente piuttosto che patire la frustrazione per aver mancato obiettivi troppo ambiziosi.

  10. Il momento giusto per cambiare e migliorarsi. In estate vogliamo goderci al massimo il bel tempo e spesso ignoriamo i problemi fisici e i dolori che potrebbero tenerci lontani dalla bici. L’autunno è un momento propizio per:
    • Sottoporti a uno studio biomeccanico al fine di mettere in atto i necessari aggiustamenti per pedalare più comodamente o trovare in anticipo una soluzione a un problema. 
    • Consultare un personal trainer o un nutrizionista che ti possa aiutare a migliorare gli allenamenti e a stilare una dieta per l’anno prossimo. 
    • Cominciare o riprendere ad allenarsi in palestra o allenarsi a casa per aumentare forza e/o flessibilità. 
    • Cominciare o riprendere ad andare in mountain bike. I boschi in autunno valgono sicuramente la pena di passare alle ruote grosse.
    • Cominciare col ciclocross, una disciplina ciclistica perfetta per l’autunno e l’inverno. Due delle stelle più fulgide del ciclismo su strada mondiale odierno, Mathieu van der Poel e Wout van Aert, hanno dato le loro prime pedalate in questo sport fra fango e sabbia.

Speriamo che questi semplici consigli ti aiuteranno a goderti il ciclismo anche in autunno. Dopo tutto, se non piove, le condizioni di questo periodo dell’anno sono perfette per pedalare. Non fa troppo caldo, né troppo freddo, lo scenario è bellissimo, ci sono meno persone sui sentieri e sulle strade più battute dai ciclisti, l’aria fresca e il sole ti migliorano l’umore, e il ciclismo ti aiuta a rimanere in forma e in salute.

← Volver al blog

También te puede interesar...