Come pulire e prendersi cura dei propri occhiali da ciclismo

Così come le biciclette e l’abbigliamento da ciclismo, anche gli occhiali hanno bisogno di cura, pulizia e manutenzione. È fondamentale sapere come proteggerli, dove metterli quando non li usiamo e, soprattutto, come pulirli in modo sicuro e corretto. Non dimentichiamoci che oltre a essere un accessorio di base per completare il nostro outfit da ciclista, il loro ruolo principale è proteggere i nostri occhi da sole, vento, acqua, polvere, sporco e insetti. Segui questi consigli per prendertene cura correttamente:

Tieni sempre protetti i tuoi occhiali da ciclismo

Ogniqualvolta è possibile, tienili nella loro custodia, il luogo in cui sono più al sicuro. Così eviterai di graffiarli con altri oggetti o che si danneggino a seguito di una caduta.

Anche l’astuccio è molto utile, dato che aiuta a prevenire graffi o urti da cadute di scarsa gravità, ma la protezione che offre è limitata, non essendo rigido quanto la custodia.

Non lasciarli in giro in macchina o non appoggiarli dove capita in casa o correrai il rischio di sederticisi sopra o farli cadere per sbaglio mentre sposti altre cose.

La custodia è la migliore soluzione in caso di viaggi, ma ci sono anche dei trucchi che ti possono aiutare a risparmiare spazio in valigia o nello zaino. Uno è metterli dentro alle scarpe da ciclismo (anche se non tutti i modelli di occhiali da ciclismo entrano in una scarpa); l’altro, più universale, è usare il casco e mettere gli occhiali al suo interno, nella loro custodia o nell’astuccio in microfibra. Se il casco protegge la nostra testa, proteggerà anche gli occhiali.

Dove devo mettere i miei occhiali quando non li uso e sto pedalando?

Gli occhiali da ciclismo dovrebbero stare nella loro posizione naturale, ovvero sul tuo viso, a proteggere gli occhi, ma ci sono momenti in cui, per varie ragioni, dobbiamo toglierceli. In tale caso, possiamo metterli nei fori di areazione frontali o posteriori del casco (solitamente entrano meglio da rovesciati ma dipende dal tipo di casco).  

Se hai un casco aerodinamico senza fori d'aerazione, puoi portarli come se avessi gli occhi sul retro del collo. Un’altra opzione è agganciarli nella parte posteriore dello scollo della maglia. Non consigliamo di farlo in quella anteriore perché c’è il rischio concreto che cadano.

Pulizia a umido

Non ti serve altro che acqua tiepida, circa a 35ºC e mani pulite. Metti gli occhiali sotto il rubinetto e lascia che l’acqua tolga tutto lo sporco. Non usare detersivo per piatti o sapone liquido perché contengono solventi e sostanze chimiche per rimuovere il grasso che possono danneggiare le lenti. Puoi usare un sapone neutro, senza profumi, ma non lo consigliamo; innanzitutto perché una buona dose d’acqua è sufficiente, e poi perché potresti pensare che il sapone sia sicuro per i tuoi occhiali anche quando non è così. Principio di precauzione.

Dopo aver tolto lo sporco dalle lenti, pre-asciugale per essere certo che siano pulite o altrimenti lo sporco rimasto in superficie potrebbe graffiare le lenti. Quindi scuoti gli occhiali cercando di far cadere quanta più acqua possibile. Puoi anche battere delicatamente le lenti contro il tuo corpo, tenendo gli occhiali da una stanghetta.

Usa l’astuccio in microfibra o un panno per asciugare gli occhiali, ma assicurati che siano puliti. Non usare del panno carta da cucina, della carta igienica, abiti in cotone, ecc. perché questi tessuti potrebbero contenere fibre rigide in grado di danneggiare gli occhiali. Puoi anche usare il phon in modalità “aria fredda”, ma non pensarci nemmeno a esporre le lenti al calore.


Lo sporco all’esterno è chiaramente visibile ma le
fessure nella montatura in cui le lenti sono incastrate potrebbero essere piene di sporco e sali del sudore, quindi è una buona idea togliere le lenti, pulire e asciugare le fessure e rimettere a posto le lenti (come pulizia occasionale ma a cadenza regolare).

Se la montatura, i gommini sulle stanghette o i naselli sono molto sporchi, togli le lenti prima di lavarli con acqua e sapone. Rimettile a posto a pulizia ultimata. Il miglior metodo di asciugatura è quello dell’asciugacapelli in modalità “aria fredda”.

Anche se ci sono molti detergenti liquidi in boccette di piccole dimensioni che possono essere applicati in svariati modi, non usarli senza aver sciacquato precedentemente gli occhiali per rimuovere lo sporco in eccesso.

Pulizia a secco

Abbiamo appena pulito i nostri occhiali e li abbiamo già sporcati con le nostre stesse mani, lasciando ditate sulle lenti. È capitato a tutti. Per togliere le impronte, possiamo usare a un panno in microfibra (o l’astuccio stesso degli occhiali), dopo aver verificato che sia pulito. Se la macchia non si toglie dopo aver applicato una pressione leggera, espira sulla lente e ripassa il panno. Questa è la tecnica più classica e anche la più efficace.

Come prevenire l’appannamento?

La grande maggioranza degli occhiali da ciclismo presenta un sottile rivestimento per prevenire l’appannamento che impedisce una visione corretta, ma anche così, ogni ciclista ha vissuto in prima persona questo problema dopo una frenata o aver semplicemente rallentato, specialmente in inverno o quando le temperature sono basse. Il fenomeno è simile a quello che avviene ai cristalli della nostra auto. Questo perché il calore prodotto dal nostro viso crea un contrasto di temperature, trasformando l’umidità dell’aria in condensa. Cosa facciamo in auto? Accendiamo il sistema di ventilazione per sparare dell’aria sul parabrezza. E cosa possiamo fare sulla bici? Dovremmo comprare un paio di occhiali con fori di ventilazione anti-appannamento come il sistema DrySky che si trova in tutti gli occhiali da ciclismo di Siroko. Questi fori di ventilazione sono progettati per permettere all’aria calda di fuoriuscire, prevenendo l'appannamento. D’altro canto, l’appannamento scompare non appena ricominciamo a pedalare, ad aumentare la velocità o allontaniamo leggermente gli occhiali dai nostri occhi.

Se cerchi online o chiedi ad altri ciclisti, troverai un sacco di trucchi che dovrebbero risolvere il problema dell’appannamento: detersivo per piatti, sapone, schiuma da barba, aceto e anche saliva. Non consigliamo alcuno di questi metodi fai da te. Innanzitutto, perché cadremmo in contraddizione, avendo già detto che non si dovrebbero usare questi prodotti per lavare le lenti. E in secondo luogo, perché li abbiamo provati tutti su dei vecchi occhiali che si appannano facilmente e in nessun caso il trucco si è rivelato efficace. 

Una buona ventilazione delle lenti è più importante di qualsiasi trucco casereccio. In ogni caso, puoi trovare facilmente prodotti speciali anti-appannamento creati appositamente per evitare di danneggiare la lente e ricreare il sottile strato di cui abbiamo parlato prima.

Parlando di trucchi, uno di questi prevede l’uso del dentifricio per ripristinare una lente graffiata. Non perdere nemmeno un secondo a provarlo, perché ci abbiamo già pensato noi. Non funziona. Considerando tutti gli incredibili usi alternativi del dentifricio, non so nemmeno più in che corsia del supermercato cercarlo: pulizia della casa o della persona?

← Volver al blog

También te puede interesar...