Ciclismo ad alte temperature: 7 consigli per mantenersi freschi

Non c’è dubbio che la maggior parte dei ciclisti preferisca pedalare al caldo che non al freddo. Andare in bici quando c’è il sole è molto più piacevole, non siamo costretti a vestirci tanto e tutto sembra più bello. Ma andare in bici quando fa caldo, specialmente quando le temperature sono molto alte, porta con sé anche una dose di problemi e sfide, in particolar modo nel caso in cui non siamo abituati a queste condizioni.

Se vivi in una zona con temperature miti e decidi di partecipare a una gara/evento o di andare in vacanza in bici in una zona molto calda, il tuo corpo non sarà abituato. Idealmente, sarebbe meglio passare i primi giorni ad acclimatarsi ma questo non è sempre possibile. Per pedalare e combattere la calura, puoi provare a seguire questi 7 consigli:     

  • Scegli abiti adeguati
  • Usa la protezione solare
  • Evita di uscire nelle ore centrali
  • Mantieniti idratato
  • Rinfrescati ogni volta che puoi
  • Abbassa la temperatura interna
  • Reidrata e rinfresca il tuo corpo

  • Prima di entrare nel dettaglio di questi 7 consigli, è doveroso spiegare brevemente come funziona il nostro corpo quando fa caldo e usciamo a pedalare:

    Una delle prime cose che si notano è la sudorazione: questo è lo “strumento” utilizzato dal nostro corpo per difendersi dalla sensazione di calore. È simile al sensore presente nel motore di un’auto, capace di rilevare un surriscaldamento e attivare il sistema di raffreddamento. Nel nostro caso, il nostro corpo inizia a sudare per rinfrescarsi. È la nostra “aria condizionata”. Il sudore è composto principalmente di acqua quindi conduce molto bene il calore, ecco perché quando sudiamo eliminiamo calore dal nostro corpo. Affinché questo meccanismo biologico funzioni correttamente dovremmo indossare gli abiti giusti, permettere al nostro corpo di sudare, idratarci correttamente e rinfrescarci ogni volta che possiamo (all’ombra, al vento o sotto l’acqua). Ora, passiamo ai consigli pratici:

    1 - Scegli abiti adeguati

    Se pedalassimo in “abiti adamitici”, l’acqua potrebbe evaporare, la nostra pelle si asciugherebbe e il nostro corpo potrebbe continuare a sudare per regolare la sua temperatura. Il problema è che non siamo ciclisti nudisti, indossiamo maglie e salopette che possono avere un effetto positivo o negativo sul corretto funzionamento del nostro sistema di raffrescamento naturale.  

    Se la maglia da ciclismo o la salopette non sono abbastanza traspiranti e bloccano il sudore, invece che lasciarlo evaporare, l’umidità si accumula sulla nostra pelle, sui vestiti e prima o poi l’effetto rinfrescante che dovrebbe avere sul corpo non c’è più.

    È importante cercare indumenti che ci proteggano dal sole e dal caldo, rimanendo quanto più leggeri e traspiranti. In una giornata calda, una maglia o una salopette realizzata con tessuti spessi, pesanti e non traspiranti assorbe il sudore ma non lo elimina con efficienza, appesantendo e rendendo scomodi gli indumenti, ostacolando la capacità di regolare la temperatura del nostro corpo. 

    Le maglie da ciclismo e le salopette Siroko SRX sono perfette per le giornate calde. Garantiscono protezione solare, traspirabilità eccellente e leggerezza. Assorbono e lasciano traspirare rapidamente il sudore per mantenere la nostra pelle asciutta. 

    Nelle giornate calde o quando un ciclista suda molto, non è insolito vedere segni bianchi sulle maglie e sulle salopette. Si tratta dei sali minerali contenuti nel sudore. Quando il sudore evapora, i sali rimangono sul tessuto. Non preoccuparti, è normale, significa che sta facendo il suo lavoro. Ricordati solo di lavare i tuoi indumenti quanto prima, seguendo le istruzioni di questo post su come prendersi cura del proprio abbigliamento da ciclismo.

    2 - Usa la protezione solare

    Abbiamo già detto nel paragrafo precedente che gli indumenti dovrebbero proteggerci dal sole ma quando fa molto caldo, un’ampia superficie della nostra pelle è esposta direttamente al sole: questo significa che dobbiamo usare la crema solare. Che tipo di protezione solare dovremmo scegliere quando andiamo in bici?

    • Meglio evitare creme grasse e dense perché tendono a ostruire i pori e a bloccare la sudorazione, non permettendo al corpo di rinfrescarsi correttamente.
    • Utilizza lozioni a bassa viscosità o spray che si assorbono facilmente per lasciar respirare la tua pelle.
    • Cerca creme solari che offrano protezione di lunga durata. Specialmente nel caso di uscite molto lunghe. Così non dovrai portare con te una bottiglia di crema solare e riapplicarla durante la pedalata.
    • Scegli creme solari resistenti all’acqua. Non solo per il sudore ma anche per l’acqua che ti verserai addosso per ridurre il calore corporeo e rinfrescare il motore.

    3 - Evita di uscire durante le ore centrali

    Sappiamo che non è sempre possibile ma se puoi, prova a uscire nella prima mattinata, prima che faccia troppo caldo o nel tardo pomeriggio quando la temperatura inizia a calare. Questi momenti della giornata portano anche altri vantaggi: meno traffico e più probabilità di incontrare la fauna selvatica che solitamente rimane nascosta. 

    Per le uscite di prima mattina o nel tardo pomeriggio, non dimenticare di portare i fanalini, un gilet leggero e dei manicotti come i nostri Climatik, oltre a un paio di occhiali da sole fotocromatici.

    4 - Mantieniti idratato

    Puoi trovare maggiori informazioni sull’idratazione per i ciclisti in questo post. Per mantenersi idratati, è bene bere quando si sente sete. Se sudi molto e hai in programma di passare più di 4-5 ore in sella, è consigliabile bere dell’acqua elettrolitica per reintegrare i sali minerali persi. Il sodio è importante per le persone che sudano molto perché se viene perso eccessivamente può portare a crampi e a cali di performance. Ricorda che sodio, calcio e potassio sono fondamentali per una corretta contrazione muscolare.

    Il problema con le alte temperature è che l’acqua nella borraccia si scalda molto rapidamente. Ti idrata comunque ma non ti rinfresca, e in generale bere acqua calda non è molto piacevole. Aggiungi dei cubetti di ghiaccio e l’acqua rimarrà fresca più a lungo. Puoi anche mettere una delle borracce nel freezer e uscire con dell’acqua ghiacciata, lasciandola sciogliere mentre pedali.

    5 - Rinfrescati ogni volta che puoi

    Il nostro motore si scalda più del solito con le alte temperature, specialmente durante sforzi intensi, quindi è normale versarsi dell’acqua sulla testa, sulle gambe, braccia o schiena, anzi lo consigliamo caldamente (scusate la battuta). Non pensare nemmeno di sprecare l’acqua con gli elettroliti per rinfrescarti il corpo ed evita le docce con drink energetici o isotonici a meno che tu non voglia diventare più appiccicoso di una colla per tubolari.

    Durante le gare i ciclisti professionisti usano dei sacchetti di ghiaccio chiamati in gergo ice sock (perché si tratta solitamente di collant pieni di cubetti). Li tengono sulla parte alta della schiena, sotto la maglia. Anche tu puoi provarli. Puoi anche fermarti a un bar per chiedere un rabbocco di ghiaccio lungo il percorso senza dover cambiare la calza. Puoi anche usare calzini, leggings, collant o buste sigillabili o sacchetti forati. Riempili di acqua, mettili nel freezer e ricordati di portarne uno con te prima di uscire, tenendolo sulla coscia sotto la gamba della salopette o in una delle tasche posteriori.

    Tieni il tuo smartphone, o qualsiasi altra cosa che possa patire l’acqua, lontano dal ghiaccio.

    6 - Abbassa la tua temperatura interna

    Oltre a rinfrescare il tuo corpo dall’esterno, puoi anche ridurre la temperatura interna. A questo scopo funziona benissimo l’acqua fresca nella borraccia, così come un caffè freddo, una granita, un gelato o qualsiasi altra bevanda rinfrescante.

    7 - Reidrata e rinfresca il tuo corpo

    Fai attenzione anche dopo la pedalata. Molti dei problemi derivanti da un’uscita lunga sotto il sole cocente possono presentarsi una volta scesi dalla bici. Bevi dell’acqua o mangia frutta e verdura per reidratarti, riprendere le energie e reintegrare i sali minerali persi con il sudore.

    Abbassare la temperatura corporea con una doccia fresca o un bagno è molto importante. All’inizio non è piacevole ma l’acqua fredda aiuta a fermare il motore ed evitare che continui a emettere altro calore. Puoi anche fare un tuffo in piscina, al mare o in un fiume.

    Anche se hai usato la protezione solare, applica della crema o lozione idratante per rinfrescare e nutrire la pelle.  

    In conclusione vorremmo ricordarti che, anche se non sta piovendo e la strada non è bagnata, dovresti prestare molta attenzione perché l’asfalto diventa pericoloso ad alte temperature. Dovesse iniziare a sciogliersi, l’entrata in curva potrebbe diventare insidiosa. Potrebbe anche attaccarsi ai copertoncini, facendo aderire ghiaia o altri detriti che possono portare a una foratura. Se dovessi forare, trova una zona d’ombra e su col morale.

    ← Volver al blog

    También te puede interesar...