Scatto fisso vs marce. Qual è la soluzione migliore per pedalare in città?

Non c’è una risposta valida in tutti i casi, dato che ognuno di noi ha gusti e bisogni diversi. Se ci concentriamo sulla funzionalità pura, mettendo da parte mode e preferenze personali, ci sono quattro punti chiave che dovremmo considerare prima di scegliere fra una bici a scatto fisso e una con cambio a marce per muoverci in città:

  1. La tua esperienza ciclistica.
  2. Il tipo di città e di clima.
  3. I percorsi che fai per la città.
  4. Se hai già una bici con le marce e di che tipo si tratta.

Per prima cosa, spieghiamo cos’è una bici a scatto fisso (talvolta chiamata col termine inglese fixie). È una bici con un rapporto solo, senza ruota libera, con una sola velocità e solitamente senza freni. Se la bici si muove, i pedali si muovono, costringendoti a pedalare costantemente, facendo resistenza al movimento per frenare. 

Esperienza

Se non hai mai pedalato prima d’ora e usi solo la bici in qualche occasione, una bicicletta a scatto fisso non è la scelta migliore perché non riuscirai a lasciarla correre (ovvero a continuare a muoverti anche dopo aver smesso di pedalare).

Il design semplice delle bici a scatto fisso le rende attraenti agli occhi dei principianti dato che sembra che non richiedano nient’altro che pedalare e girare, ma un ciclista inesperto potrebbe faticare sulle curve, in mezzo al traffico e lungo discese ad alte velocità.

Una bici a scatto fisso senza freni può essere fermata solo pedalando al contrario, una tecnica che richiede pratica, cautela e tanta abilità. Una persona inesperta che deve frenare improvvisamente farà molta fatica a evitare un incidente.

Anche i ciclisti di lunga data devono abituarsi alla bici a scatto fisso, ma le loro esperienze pregresse sono utili anche per questo tipo di bici.

Tipo di città e clima

Le bici a scatto fisso sono nel loro habitat naturale in pianura: città collinari o di montagna con tante salite o discese possono rivelarsi un problema. Dovrai esercitare più forza sulle salite e togliere i piedi dai pedali sulle discese ripide nel caso in cui la velocità si faccia troppo alta. Puoi anche usare gambe e corpo per aumentare la resistenza alla rotazione delle pedivelle e rallentare la bici.

Il clima è importante ma non decisivo se la bici a scatto fisso o con cambio standard può montare i parafanghi, un elemento chiave nei climi piovosi.

Girare e frenare su una bici a scatto fisso in presenza di terreni bagnati o sotto la pioggia può essere complicato. Dato che non possiamo smettere di pedalare e i freni sono le nostre gambe, la bici diventa ancora più instabile in presenza di scarso grip.

In una città a misura di bici, possiamo usare un modello a scatto fisso o con cambio, ma questa seconda soluzione è migliore nel caso in cui ci sia molto traffico e poche piste ciclabili.

Che tipo di percorsi fai in città?

Sulle lunghe distanze, una bici col cambio è più comoda e rapida. Una bici a scatto fisso offre prestazioni sullo stesso livello (o addirittura leggermente migliori) sui tragitti brevi. Se usi la bici per andare a lavoro e puoi lasciarla nel tuo posto di lavoro o in un parcheggio custodito, andranno bene entrambe le bici. D’altro canto, se usi anche la bici nel tempo libero e devi parcheggiarla per strada, una bici a scatto fisso o un modello economico non particolarmente appariscente sono la soluzione migliore.

Che tipo di bici col cambio hai?

A seconda di quanto valuti la tua bici col cambio e del suo prezzo effettivo, molto probabilmente non potrai (e non dovresti) parcheggiarla dove capita. Anche se hai il lucchetto più portentoso disponibile sul mercato, potrebbe non essere sufficiente a tenere alla larga i ladri.

Inoltre, dovresti prestare maggiore attenzione quando chiudi col lucchetto una bici in carbonio col cambio rispetto a una a scatto fisso.

Detto questo, diamo un’occhiata ai pro e ai contro di una bici a scatto fisso e di una col cambio.

Bici a scatto fisso - Pro

  • Design semplice. Bici a scatto fisso significa essenzialità. Puoi aggiungere un freno anteriore per ragioni di sicurezza (e in alcune zone anche per obbligo di legge) e nient’altro.
  • Efficienza. La trasmissione della potenza dal pedale alla ruota posteriore è più efficiente perché la catena è sempre dritta e non passa attraverso il meccanismo del deragliatore posteriore.
  • Robustezza. 
  • Bassa manutenzione. Non essendoci cambio, freni, cavi, deragliatori o leve, non richiede cure particolari oltre al controllo delle gomme e alla lubrificazione periodica della catena.
  • Prezzo. Le bici a scatto fisso sono solitamente più economiche rispetto a quelle standard col cambio.
  • Peso. Togliendo diversi componenti, la bici ovviamente peserà di meno. Detto questo, ci sono comunque bici col cambio di alta gamma che pesano meno di una a scatto fisso.
  • Ottima in pianura.
  • Puoi lasciarla parcheggiata per strada (col lucchetto).
  • Non usuri o danneggi la tua bici col cambio.
  • Alleni la forza dato che non hai il cambio a disposizione. Devi spingere duro sui pedali per partire e per scalare una salita.

Bici a scatto fisso - Contro

  • Design semplice. Può essere più una scomodità che un vantaggio per alcuni. 
  • Richiede abilità ed esperienza. 
  • Le salite ripide sono complicate da scalare.
  • E così anche le discese ripide. Ad alte velocità, devi togliere i piedi dai pedali.
  • Velocità massima limitata in base alla tua forza e alla tua abilità.
  • Rischi di rovinarti le ginocchia. Una bici a scatto fisso è assolutamente fuori discussione se hai problemi alle ginocchia dato che dovrai far affidamento proprio su questa articolazione quando partirai da fermo e dovrai frenare con le gambe.

Bici con le marce - Pro

  • Cambio. Puoi adattare il rapporto alla velocità e al terreno.
  • Multifunzionalità. Le bici col cambio sono più versatili di quelle a scatto fisso. Puoi usarle in città e, a seconda del tipo di bici, anche in montagna, su strada, sui sentieri...
  • Velocità. Una bici col cambio è generalmente più veloce di una a scatto fisso. Questo aspetto si nota chiaramente quando vai in discesa, dato che puoi cambiare marcia per andare più veloce. 

Bici con le marce - Contro

  • Richiede una manutenzione più complessa a causa del maggior numero di componenti.
  • Maggiore probabilità di guasti. 
  • Prezzo. È più costosa di una bici a scatto fisso, specialmente fra i modelli di gamma media e alta. In quella bassa puoi trovare bici col cambio (da strada, MTB o da città) a prezzi simili o addirittura inferiori rispetto a una bici a scatto fisso nuova.
  • Difficile da proteggere, specialmente nel caso di bici in carbonio di gamma medio/alta con ruote a sgancio rapido.
  • Sono una calamita per i ladri, specialmente quelle nuove e costose.
  • Pedali clipless. Puoi usare scarpe normali o da ginnastica, metterti delle scarpe da ciclismo, cambiare i pedali o comprare un adattatore per passare ai pedali piatti.

Concludiamo con qualche consiglio:

Se devi comprare la tua prima bici e opti per un modello a scatto fisso, cercane uno con i freni (almeno col freno anteriore, se ha anche quello posteriore ancora meglio) e una ruota posteriore con un mozzo flip-flop per poter passare da scatto fisso a ruota libera. Così potrai trasformare la tua bici a scatto fisso in una a velocità singola e lasciarla correre quando vorrai. 

È anche importante scegliere il giusto manubrio: sulle bici a scatto fisso puoi trovare manubri piatti (come quelli da MTB), da bici da strada o a corna di bue.

Indipendentemente che tu scelga una bici a scatto fisso o col cambio, non dimenticarti di casco, luci (anteriore e posteriore) e parafanghi nei giorni di pioggia. 

Infine, rispetta il codice stradale: semaforo rosso significa stop, che tu sia su una bici a scatto fisso o su una col cambio.

← Volver al blog

También te puede interesar...