road tires

Come scegliere i copertoncini per la bici da strada

Prima di iniziare a pedalare seriamente, se non sai le dimensioni e la larghezza delle gomme della tua bici da strada, dai un’occhiata a questa guida di base che ti aiuterà a scegliere i copertoncini più adatti alla tua bici. Troverai le linee guida per capire la giusta misura dei copertoncini, quando cambiarli e come scegliere le camere d’aria più adatte. Nella prima delle quattro sezioni di questo post parleremo dei copertoncini per poi affrontare gli altri argomenti, elencati qua sotto:

  1. Tipi di gomme da bici
  2. Copertoncini rigidi o pieghevoli
  3. Cosa rappresenta il numero TPI e perché è così importante?
  4. Larghezze più comuni fra i copertoncini

Tipi di gomme da bici

image 20
  1. Copertoncini. La tipologia più comune, anche se probabilmente sarà destinata a condividere il mercato con i tubeless.

    Il sistema funziona grazie alla presenza di una camera d’aria fra il copertoncino e il cerchio. Gonfiando la camera d’aria attraverso la valvola, la camera d’aria fa pressione sul copertoncino, spingendolo contro il cerchio, fissando l’anello (un filo metallico che passa lungo il tallone del copertoncino) sul cerchio.
image 21

Pro: 

Contro:

  • Non si può pedalare quando la pressione è molto bassa, per motivi di sicurezza e per la probabilità di subire una foratura.
  1. Tubolari. Una soluzione non molto comune sulle strade, ma molto frequente fra i professionisti. La tendenza sta però cambiando grazie a copertoncini (e camere d’aria) e tubeless di qualità superiore. Per vostra informazione: Kasper Asgreen ha vinto il Giro delle Fiandre 2021 con copertoncini e camere d’aria, mentre il nostro Sonny Colbrelli ha vinto la Parigi-Roubaix 2021 con dei tubeless.

    Anche i tubolari presentano una camera d’aria interna, ma questa è cucita e inglobata nella carcassa che la circonda completamente. Per unire il tubolare al cerchio si possono usare colla o strisce adesive (meno comuni). Inoltre, serviranno cerchi specifici per tubolari.
image 22

Pro: 

  • Leggeri.
  • Minor resistenza al rotolamento. 
  • Sensazione di pedalata migliore.
  • Si può pedalare anche con pressione delle gomme molto bassa. 

Contro:

  • Le forature non sono semplici da mettere a posto.
  • Installare e incollare il tubolare al cerchio richiede esperienza.
  1. Tubeless. Sempre più comuni sulle strade, fra i cicloamatori e i professionisti.

    Il sistema è molto simile a quello convenzionale con copertoncino e cerchio ma senza la camera d’aria. Per trattenere l’aria all’interno della gomma, serviranno cerchio, copertoncino e valvola specifici per tubeless, oltre al liquido sigillante per perdite e forature. 
tubeless road

Pro:

  • Pressione dell’aria minore a fronte di trazione, controllo e/o comfort superiori. 
  • Minor resistenza al rotolamento grazie all’assenza della frizione fra camera d’aria e copertoncino. 
  • Si evitano le forature a morso di serpente e quelle di entità piccola e modesta grazie al sigillante liquido.

Contro: 

  • È suscettibile a forature importanti e crepe. La loro riparazione richiede tempo, materiali aggiuntivi o una camera d’aria convenzionale. 
  • All’inizio può risultare difficile da montare, dato che serve molta pressione per far combaciare copertoncino e cerchio. CONSIGLIO: inizialmente, utilizza una camera d’aria convenzionale, gonfiala con una pompa finché i talloni non entrano bene a contatto con il cerchio, lascia il copertoncino in posizione per qualche ora, sgonfia e togli la camera d’aria, metti la valvola tubeless e il sigillante per poi rigonfiare il tubeless.

Copertoncini rigidi o pieghevoli

Esistono due tipologie di copertoncino convenzionale: rigido o pieghevole. La differenza principale sta nel materiale utilizzato per rinforzare il tallone (in quella parte interna del copertoncino chiamata anche anello o cerchietto). Nel primo caso è realizzata in acciaio, mentre in quello pieghevole viene usato il Kevlar. Questi sono i pro e i contro delle due soluzioni:

Cerchietto in filo d’acciaio

image 23
  • Pro:
    • Rapporto qualità/prezzo. Sono meno costosi e durano di più rispetto a quelli pieghevoli.
    • Durevolezza. La mescola della gomma è solitamente più rigida e dura di più.
    • Resistenza superiore alle forature. 
  • Contro:
    • Sono più pesanti a causa del cerchietto in acciaio, della gomma rigida e della carcassa a TPI basso.
    • Non possono essere piegati.
    • Grip inferiore e resistenza al rotolamento superiore a causa della gomma rigida e del TPI basso.
    • Più complessi da installare rispetto a quelli pieghevoli.

Cerchietto pieghevole

image 24
  • Pro:
    • Sono comodi da piegare e trasportare.
    • Gomma di qualità superiore. Carcasse con TPI maggiore.
    • Alto TPI + gomme morbide = minor resistenza al rotolamento e più grip.
    • Più leggeri grazie al cerchietto in Kevlar, alla carcassa a TPI più alto e al minor quantitativo di gomma.
    • Installazione semplice.
  • Contro:
    • La gomma morbida si consuma più in fretta.
    • Più alto il TPI, minore la resistenza alle forature.
    • Prezzo. Sono più costosi, durano meno e sono più soggetti alle forature.

Cosa rappresenta il numero TPI e perché è importante?

TPI è l’acronimo di Threads Per Inch e fa riferimento al numero di fili presenti sulla carcassa su ogni pollice di lunghezza. Inizialmente, veniva utilizzato il cotone per la sua flessibilità (ed è tuttora utilizzato in alcuni tubolari) ma oggi i materiali più comuni sono nylon, kevlar e aramide. 

Maggiore il TPI della carcassa, maggiore sarà il livello qualitativo e più costosa la gomma, visto l’utilizzo di un numero maggiore di fili più sottili e una quantità minore di gomma. In questo modo si riduce il peso, aumenta la flessibilità e la velocità del copertoncino. D’altro canto, una gomma del genere ha anche una resistenza alle forature inferiore e si usura più rapidamente.

I copertoncini con valori TPI bassi hanno carcasse con un minor numero di fili e un quantitativo maggiore di gomma. Sono meno flessibili, più pesanti e offrono una maggiore resistenza al rotolamento. Dal lato positivo, sono più economici e più resistenti alle forature.

image 25

Il TPI è un fattore importante da tenere in considerazione quando si sceglie un copertoncino. Meglio sempre cercare il giusto compromesso fra velocità, leggerezza e resistenza alla foratura ma, a seconda del terreno su cui pedali più frequentemente o l’utilizzo della bici, dovrai dare priorità a uno di questi tre aspetti.

Larghezze più comuni fra i copertoncini

La larghezza più comune è 25 mm. Fino a poco tempo fa, i copertoncini da 23 mm (o anche meno) e i tubolari ad alta pressione erano lo standard, dato che erano considerati più veloci.

La ricerca ha mostrato che copertoncini più larghi con minore pressione sono più veloci perché più flessibili, si adattano meglio al terreno e riducono il movimento verticale. Inoltre, la superficie di contatto è più corta e larga, riducendo la resistenza al rotolamento. Per la stragrande maggioranza dei ciclisti il miglioramento è trascurabile (sostanzialmente nullo) senza i giusti copertoncini, ma per i professionisti si tratta di un cosiddetto guadagno marginale (ovvero quantitativamente limitato ma non trascurabile). 

Su terreni molto sconnessi o quando vogliamo più grip senza perdere comfort, sicurezza e velocità, i copertoncini da 28 (o anche da 30mm) sono più performanti, potendo pedalare con una pressione delle gomme inferiore senza rischiare di forare, specialmente se si utilizzano dei tubeless.

image 26

ATTENZIONE! Non tutte le bici sono compatibili con copertoncini più larghi di 28 mm. Prima di completare l’acquisto, assicurati che possano essere montati sui tuoi cerchi e che la forcella (e i freni) offrano spazio a sufficienza senza rischi di attrito. Lo stesso vale anche per eventuali parafanghi. Non ha molto senso indossare scarpe più comode se sono troppo grosse per i nostri piedi.

image 27

Finalmente, sulla spalla di molti copertoncini potresti notare una freccia a indicare la direzione di rotazione. Se la gomma è liscia, senza disegni del battistrada o altre indicazioni, puoi utilizzarla in entrambi i versi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


Articoli in evidenza