I benefici del ciclismo per i bambini

Alcuni dei nostri ricordi d’infanzia più belli sono associati alla bici: la compagna perfetta per ogni avventura. Con l’arrivo dell’estate e l’inizio delle vacanze, le bici diventavano il nostro mezzo di trasporto preferito. Solo in autunno e in inverno finivano nel dimenticatoio ma di tanto in tanto le rispolveravamo per fare una pedalata.

In televisione abbiamo visto tanti dei nostri idoli ciclistici alle prese con salite epiche. E subito dopo l’arrivo saltavamo in sella per emulare le gesta di questi grandi campioni e sognavamo di essere al loro posto su quelle rampe.

Le biciclette e il ciclismo hanno fatto parte dei nostri primi anni di vita e, anche se i tempi sono cambiati, sono ancora una parte vitale della vita dei bambini. Forse non tanto quanto prima perché i volumi di vendita nel settore ciclistico non sono stati incoraggianti nel 2020 ma il Covid-19 ha cambiato tutto e forse una passione rinnovata per il ciclismo è destinata a ritornare fra giovani e meno giovani.

Abbiamo già parlato degli effetti positivi del ciclismo sugli adulti negli articoli precedenti. Ora parliamo dei vantaggi che può portare ai bambini, dai primi esperimenti in sella sulle bici a spinta fino all’adolescenza: 

Corpo e mente

Come ogni altra attività fisica o sport, il ciclismo è una pratica molto salutare. 

Insieme a una dieta equilibrata, contribuisce a rafforzare il corpo dei più piccoli, attraverso lo sviluppo muscolare e della struttura ossea.

Le articolazioni sono al sicuro dato che il ciclismo è uno sport a basso impatto, a differenza del calcio o dell’atletica leggera. 

Il ciclismo rinforza il sistema immunitario essendo un’attività svolta quasi totalmente all’aperto. Se adeguatamente vestiti e ben equipaggiati, i bambini possono godersi giornate fredde o calde proprio come facciamo noi. 

Il ciclismo significa anche più attività fisica, che è positiva sia per i bambini non particolarmente attivi, che per quelli che non riescono proprio a stare fermi. Dagli una bici e ti sorprenderanno con la loro fantasia!

Pedalare in bicicletta migliora la salute cardiovascolare, promuove il corretto funzionamento del sistema respiratorio e riduce il rischio di obesità, un problema sempre più frequente fra i giovani d’oggi.

A livello motorio, migliora la coordinazione, l’equilibrio e la concentrazione. Basta guardare i bimbi alle prese con una bici a spinta senza rotelle in un parchetto… sembra quasi che lo facciano da una vita. E poi imparano a pedalare con le rotelle e poi senza, acquisendo equilibrio e coordinazione in tempo zero!

Imparando ad andare in bici, raggiungeranno tanti obiettivi (grandi e piccini) e la loro autostima crescerà. Ti ricordi la prima volta che sei riuscito ad andare in bici senza rotelle o quando sei riuscito per la prima volta a staccare le mani dal manubrio?

Migliora anche l’umore dei bambini grazie al ciclismo - non è una cosa per soli adulti; anche i più piccoli soffrono di stress e ansia. E non c’è niente di meglio di un bel giro in bici in famiglia per liberarsi della tensione e sgomberare la mente!

Competizione e rispetto

La grande maggioranza dei bambini è nata con lo spirito competitivo. Potrebbe essere più o meno evidente ma a quasi tutti i bambini piace gareggiare e, ovviamente, vincere. Il ciclismo è legato indissolubilmente alla competizione, è una gara costante. In caso di sconfitta, puoi arrabbiarti, oppure puoi esultare in caso di vittoria, ma nessuna di queste due cose garantisce un altro trionfo. Per questo motivo, il ciclismo non ti insegna solo a competere, a vincere e perdere, a dare il giusto valore alle vittorie e alle sconfitte, ma incoraggia anche l’impegno, la perseveranza, lo spirito di gruppo, l’amicizia e la forza di volontà.

Essendo un mezzo di trasporto “green”, le biciclette sono un ottimo strumento per sensibilizzare i più piccoli sull’importanza della cura dell’ambiente. Se possibile, portali a scuola, a fare shopping o qualsiasi altra attività in bici per fargli vedere che il ciclismo è la cosa più naturale del mondo: anche loro finiranno per pedalare da soli.

Allo stesso tempo, impareranno a muoversi per la città, familiarizzando con le regole stradali e con tutte le altre regole non scritte di coesistenza e rispetto verso gli altri ciclisti, le altre persone che fanno sport, i pedoni e i guidatori.

Fare ciclismo in città aumenta la capacità di concentrazione dei bambini che dovranno prestare costantemente attenzione a ciò che li circonda e, allo stesso tempo, insegna loro a essere pazienti e tolleranti, fattori fondamentali nella loro educazione e nel loro sviluppo.

Andare in mountain bike o pedalare per le aree verdi urbane incoraggia i bambini a preservare e apprezzare la natura. È una buona occasione per insegnargli che devono rispettare l’ambiente, non inquinare o disturbare la fauna locale e lasciare l’impronta ecologica più piccola possibile per poter mantenere la zona verde in ottimo stato e permettere anche agli altri di godersela.

Socializzazione

I bambini vogliono passare tempo con i loro genitori, i nonni e col resto della famiglia. Gli piace tanto sentirsi liberi mentre sono con i propri cari, ecco perché il ciclismo con i bambini è un’ottima attività di famiglia per il tempo libero. Dobbiamo solo trovare il percorso giusto per le capacità dei nostri bimbi e usare diversi accessori per aiutarli a gustarsi l’esperienza - pedalando oppure no.

Ci sono seggiolini e carretti per i più piccoli; corde da traino, sbarre e biciclette a rimorchio per quelli che sanno pedalare da soli ma non sono ancora pronti dal punto di vista fisico e tecnico. Meglio fare piccoli passi: nessuno vuole pedalare sapendo già che farà una fatica immane. Ecco perché è importante aumentare gradualmente il livello di difficoltà e fissare degli obiettivi per i piccoli in modo da presentargli le loro prime sfide. Questo aumenterà la loro autostima, la fiducia nei loro mezzi e lo stato d’umore generale.

 Ma per i bambini è altrettanto importante passare tempo coi loro coetanei. Questo tipo di socializzazione è fondamentale per il loro sviluppo. I bambini più piccoli si scambiano le loro bici a spinta al parchetto “quasi” senza problemi. I più grandi, quasi teenager, provano per la prima volta ad allontanarsi dal nido e a spostarsi su due ruote. Le bici sono un ottimo mezzo per fargli incontrare nuovi amici al di fuori della cerchia famigliare e incoraggiare le relazioni con persone che hanno i loro stessi interessi. Tutto questo durante un’attività fisica salutare!

Se i tuoi bimbi vogliono andare in bici o provare a dare i loro primi colpi di pedale, devono farlo divertendosi. La bici non dovrebbe essere un obbligo ma piuttosto un gioco che contribuisce al loro sviluppo. Un modo per imparare e una scusa per passare un po’ di tempo con mamma e papà. Perciò se sei un ciclista e hai la passione per le bici, non dovresti mai costringere i tuoi bimbi a fare questo sport solo perché è quello che ami di più. Se vuoi davvero fargli apprezzare il ciclismo, dovrai insegnargli le basi ed esserci sempre ogni volta che avranno bisogno di sostegno e di incoraggiamento. Se lo fai con i tuoi compagni di pedalata, perché non farlo anche con i tuoi bimbi?    

Per concludere, pensa ai bambini come a dei piccoli adulti. Quando un adulto compra un gioco nuovo, lo vuole di suo gradimento e della giusta taglia. Lo stesso vale per i bambini: hanno bisogno di una bici adatta alla loro età o alla loro altezza e che gli piaccia esteticamente affinché si gustino ogni colpo di pedale. Se non sai quale sia la misura adatta ai tuoi bimbi, dai un’occhiata al nostro articolo su come scegliere la bici della giusta misura dove troverai una piccola guida per varie età e altezze. E se vogliono iniziare a pedalare con Peppa Pig, Pocoyo, SpongeBob o un personaggio Disney, ricorda la citazione di Oscar Wilde: "Il miglior modo per crescere dei bambini buoni è renderli felici".

← Volver al blog

También te puede interesar...